ASSOSEMENTI, appuntamento a Macfrut sull'orticoltura sostenibile e di qualità

Pubblicato il 9 settembre 2014 in: tracciabilità produzionigruppo orto wic

Nell'ambito della rassegna di Cesena il gruppo Orto wic delle aziende sementiere professionali organizza un incontro rivolto agli operatori della filiera orticola

Nel corso della prossima edizione del salone internazionale MACFRUT, il Gruppo Orto wic di ASSOSEMENTI organizza nella mattinata di mercoledì 24 settembre un convegno dedicato al ruolo dell’innovazione varietale e della tracciabilità nel processo produttivo per una orticoltura sostenibile e di qualità.

I lavori vedranno interventi sulle tendenze del mercato orticolo e sull’importanza dell’innovazione varietale nella difesa dalle principali avversità delle colture orticole, a salvaguardia soprattutto del reddito delle imprese. A concludere la giornata sarà Roberto Cherubini, dell'Ufficio ortofrutta e olio del Ministero delle Politiche Agricole.

Il convegno offrirà inoltre l’occasione per illustrare alcuni strumenti a disposizione degli operatori per valorizzare le proprie produzioni, ricorrendo sia alle misure dell’OCM Ortofrutta che ad iniziative come il progetto ‘Road to quality’.

La seconda parte del convegno è invece riservata ad una tavola rotonda dedicata alla tracciabilità, elemento chiave per assicurare un plus alle produzioni orticole di qualità, cui parteciperanno esponenti della intera filiera produttiva orticola.

A moderare la giornata, sarà il Prof. Della Casa dell’Università degli Studi di Bologna – Campus di Forlì.

Per scaricare il programma dell'evento, clicca qui.

Articoli correlati

Link utili

Specie ortive e ornamentali
Position papers di ESA

Gazzetta Ufficiale Italiana

Ultimi articoli pubblicati

comunicato stampa

L’Unione europea blocca le nuove tecniche di innovazione vegetale. Un duro colpo per l’agricoltura con inevitabili gravi conseguenze

Pubblicato il 26 luglio 2018 in: biotecnologiericerca e costituzione varietà  vegetaliproduzione e commercio sementi

La sentenza della Corte di Giustizia europea nega a ricercatori e agricoltori l’accesso alle New Breeding Techniques e non tiene conto del parere dell’Avvocatura generale. Il Presidente Giuseppe Carli: così si abbatte la competitività dell’agricoltura italiana ed europea