La concia delle sementi

Pubblicato il 8 giugno 2015 in: concia delle sementiproduzione e commercio sementi

Valore per l’agricoltura e utilizzo sostenibile

Scarica PDF
della brochure
.

Il tema della concia delle sementi è oggetto di crescente attenzione da parte delle società sementiere e degli utilizzatori finali, in particolare per gli aspetti connessi alla qualità del trattamento e alla sicurezza degli operatori.

Assosementi è lieta di presentare una breve guida, redatta per fornire alcune informazioni agli operatori riguardo:

  • la tecnologia della concia e i vantaggi che essa apporta;
  • le migliori pratiche da adottare nella gestione del seme conciato, prima, durante e dopo la semina;
  • il significato dell’etichettatura e delle informazioni presenti sulle confezioni, sia per quanto riguarda la certificazione ufficiale, che relativamente ai concianti impiegati (Reg. CE 1107/2009).

L’innovazione del seme è al cuore della catena del valore del cibo

Il punto di partenza di chiunque lavori in agricoltura è il seme. Il seme rappresenta un elemento essenziale per lo sviluppo sostenibile dell’agricoltura e per questo deve essere adeguatamente protetto.

Il trattamento alle sementi, comunemente chiamato concia, consiste nell’applicare sul seme in maniera precisa e localizzata sostanze (agrofarmaci, fertilizzanti o biostimolanti) finalizzate a contrastare l’azione di patogeni e  emergenza delle piante.

Questo permette di salvaguardare il valore del seme a beneficio della produttività e della qualità del raccolto, grazie agli effetti fisiologici della concia e alla maggiore resistenza delle piante agli stress abiotici.

È dimostrato che l’utilizzo di seme conciato, rispetto a seme non conciato, porta ad incrementi produttivi rilevanti. Infatti, si stima che senza l’utilizzo di semi conciati si potrebbero avere perdite di raccolto anche superiori al 20% e possibili incrementi dei costi fino al 200%.

Una tecnologia che porta numerosi vantaggi

Per l’impianto industriale di concia delle sementi, presso il quale:

  • Gli agrofarmaci sono impiegati in ambienti controllati e nel rispetto delle condizioni di sicurezza degli operatori.
  • Il preciso dosaggio dell’agrofarmaco è applicato omogeneamente su tutti i semi.
  • Le sementi così lavorate sono facilmente gestibili e movimentabili e non richiedono altri interventi di protezione durante la semina.

Per le operazioni di semina in campo grazie a:

  • Maggiore semplificazione rispetto ai trattamenti con microgranulatori o con attrezzature di distribuzione.
  • Difesa del seme nelle prime fasi di sviluppo.
  • Applicazione mirata degli agrofarmaci sul seme.
  • Riduzione degli imballaggi da smaltire in quanto non sono utilizzati altri prodotti a
  • difesa del seme.

Le indicazioni sulle confezioni delle sementi

Le indicazioni presenti sulle confezioni delle sementi conciate contengono importanti informazioni sul seme e sull’agrofarmaco utilizzato per la concia e sulle modalità di gestione e manipolazione più idonee:

  • Nome varietà, purezza, germinabilità, lotto del seme, ecc.
  • Indicazioni sull’agrofarmaco utilizzato per la concia del seme: nome commerciale, principio attivo, consigli di prudenza, eventuali misure di mitigazione del rischio, ecc.
  • Ulteriori buone pratiche per la corretta gestione e manipolazione del seme conciato.