Le presentazioni del convegno "Il sequenziamento del frumento duro per una cerealicoltura più ecosostenibile e competitiva"

Pubblicato il 7 marzo 2017 in: biotecnologiequalità delle sementiricerca e costituzione varietà  vegetali

Lo scorso 2 dicembre 2016 si è svolto presso l'Aula Magna della Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria - Plesso di Agraria (Viale Fanin, 44) a Bologna il convegno dal titolo"Il sequenziamento del frumento duro per una cerealicoltura più ecosostenibile e competitiva".

L'evento, in collaborazione con diversi enti e organizzazioni tra cui Assosementi, si collocava tra le iniziative promosse per la celebrazione del 150° anniversario della nascita di Nazareno Sttrampelli, uno dei più importantigenetisti italiani della prima metà del '900 e precursore della rivoluzione verde.

E' possibile scaricare le seguenti presentazioni del convegno:

- Da Strampelli alla rivoluzione del gene (P. Langridge);

- Sequenziare il genoma per capire quello che mangiamo (L. Cattivelli);

- Dopo il genoma: alla scoperta delle basi molecolari della qualità nel frumento duro (A. Ceriotti);

- Il contributo dell'innovazione varietale nel frumento (M. Keller);

- La divulgazione della ricerca genetica sulle piante (A. Meldolesi).

Articoli correlati

Link utili

Biodiversità 
Position papers di ESA

Sementi e aspetti fitosanitari
Position papers di ESA

Biodiversità
Position papers di ESA

Miglioramento genetico e innovazione
Position papers di ESA

Database ESA
Brevetti industriali vegetali

Gazzetta Ufficiale Italiana

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

Ultimi articoli pubblicati

comunicato stampa

L’Unione europea blocca le nuove tecniche di innovazione vegetale. Un duro colpo per l’agricoltura con inevitabili gravi conseguenze

Pubblicato il 26 luglio 2018 in: biotecnologiericerca e costituzione varietà  vegetaliproduzione e commercio sementi

La sentenza della Corte di Giustizia europea nega a ricercatori e agricoltori l’accesso alle New Breeding Techniques e non tiene conto del parere dell’Avvocatura generale. Il Presidente Giuseppe Carli: così si abbatte la competitività dell’agricoltura italiana ed europea