La Tracciabilità tradita: il caso della soia

Pubblicato il 6 marzo 2019 in: seme aziendaletracciabilità produzioni

Tra legittimi bisogni di informazione dei consumatori e limiti della filiera del Made in Italy

La soia è una leguminosa utilizzata sia nell’alimentazione umana sia in quella animale, entrando come materia prima in molte filiere di eccellenza del Made in Italy.

La tracciabilità è invece quel processo volto a lasciare traccia di tutti gli elementi che contribuiscono a generare o trasformare un prodotto alimentare, allo scopo di garantirne origine e sicurezza, a tutela del consumatore.

Siamo certi che il concetto di tracciabilità sia applicato sin dall’origine della soia, ossia dal seme che la genera? Ne discuteremo giovedì 28 marzo 2019 a Roma, presso la sala Cristallo dell'hotel Nazionale di piazza Montecitorio 131.

Per registrarsi e partecipare all’evento, scrivere a info@h-rp.it o telefonare al num. 02 43511671

Articoli correlati

Link utili

Proprietà  intellettuale
Position papers di ESA

Gazzetta Ufficiale Italiana

Ultimi articoli pubblicati

Seme aziendale e "selezione mobile"

Pubblicato il 28 agosto 2019 in: legge sementiera nazionale licenza sementieraproduzione e commercio sementi

Con Decreto del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo del 3 agosto 2018 l’Italia si è dotata di una specifica regolamentazione che disciplina l’attività di selezione e pulizia di granella presso il domicilio dell’agricoltore, al solo scopo di consentirgli di poterla reimpiegare nella propria azienda. Scarica il volantino e scopri cosa prevede il DM 3 agosto 2018.