comunicato stampa

ASSOSEMENTI: soppressione INRAN e rischio conflitto di interesse passaggio sementi elette ad ENTE RISI

Pubblicato il 10 luglio 2012 in: attività enseproduzione e commercio sementi

“Così come è stato un grosso errore sciogliere l’ENSE nell’estate 2010, un ente prettamente di servizio che non gravava sulle finanze dello Stato e che aveva un sua propria autonomia, trasferendolo all’INRAN, un istituto invece dedito esclusivamente alla ricerca, non vorremmo si rivelasse ora un altro sbaglio – dopo averne prosciugato l’equilibrio gestionale costruito negli anni - l’accorpamento all’Ente Nazionale Risi della ex gestione ENSE delle sementi elette, che esige un ruolo assolutamente indipendente in materia”.  E’ questo il primo commento di ASSOSEMENTI, l’Associazione Italiana Sementi, in merito alla decisione conseguente alla soppressione dell’INRAN disposta con il decreto-legge 95/2012 sulla revisione della spesa pubblica.

“Siamo certi che il Ministro Catania avrà valutato e confidiamo di esserne informati quanto prima, come eliminare la grave incompatibilità che pende in capo all’Ente Nazionale Risi, un ente pubblico economico che svolge anche direttamente una propria attività sementiera”, sottolinea Paolo Marchesini, presidente di ASSOSEMENTI.  “Vogliamo ricordare che già nel novembre 2007 il Garante per la concorrenza ed il mercato aveva auspicato un ripensamento da parte dell’Ente sull’attività sementiera svolta o in subordine una sua riformulazione per evitare possibili effetti distorsivi, nonché un conflitto di interessi. Da allora, invece, Ente Risi non ha fatto altro che accentuare questa sua attività commerciale con il riso”.

“Al di là dell’esercizio di un’attività commerciale in diretta concorrenza con diverse aziende nostre associate del settore riso, per quanto riguarda le altre sementi desideriamo osservare che la legge sementiera n. 1096/71, all’art. 21, gli accordi OECD e le stesse direttive comunitarie prescrivono che i controlli ufficiali dei prodotti sementieri” – aggiunge Marchesini – “siano effettuati da figure terze, che non perseguano interessi commerciali od economici”.

Articoli correlati

Link utili

Sementi e aspetti fitosanitari
Position papers di ESA

ISTAT - distribuzione delle sementi, dati provinciali, regionali e nazionali dal 2003

Gazzetta Ufficiale Italiana

ESCAA - European Seed Certification Agencies Association. Brings together every seed certification bodies from European Union, European Economic Area (EEA) and European Free Trade Association (EFTA).

Ultimi articoli pubblicati

comunicato stampa

Assosementi presenta il manifesto 'PRIMA I GENI': la mancanza di innovazione mette a rischio la competitività dell'agricoltura europea

Pubblicato il 3 dicembre 2018 in: biotecnologiealimenti mangimi novel foodricerca e costituzione varietà  vegetali

“Una regolazione sbagliata può soffocare l’innovazione, rendendo proibitivi i costi e i tempi di ricerca per piccole e medie imprese”, ha detto il Segretario Generale di Assosementi Alberto Lipparini. L’incontro organizzato in collaborazione con SIGA, Società Italiana di Genetica, si è tenuto all’Università di Bologna