comunicato stampa

NEONICOTINOIDI, ASSOSEMENTI: l'alta qualità  della concia industriale e le semine con i filtri ne impediscono la diffusione nell'ambiente

Pubblicato il 22 gennaio 2013 in: api e concia sementi

Le dosi per la concia 20 volte inferiori a quelle per i trattamenti in campo

I rischi da esposizione a polveri di neonicotinoidi per le api riportati da EFSA, come indicato nel report del 16 gennaio, non tengono conto di tutte le possibili misure di prevenzione, tra cui l’impiego di filtri durante le semine.

I filtri appositamente modificati e installati sulle seminatrici pneumatiche trattengono le polveri e le sostanze attive fino al 97% del principio attivo. È quanto emerge da uno studio realizzato nel 2011 dall’unità operativa di ingegneria agraria del CRA (Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura). La concia delle sementi, una tecnica industriale di consolidata qualità che prevede un trattamento protettivo contro i parassiti direttamente sul seme,  risulta maggiormente sostenibile rispetto al trattamento in pieno campo, poiché consente di ridurre fino a 20 volte le dosi di principio attivo utilizzato (solo 60 - 80 grammi per ettaro, rispetto a 1,2 – 1,5 kg).

Assosementi, consapevole dei potenziali rischi associati all’impiego dei neonicotinoidi, in particolare nei riguardi delle api e degli impollinatori naturali, è già da tempo impegnata a ridurre tali rischi, dimostrando come sia possibile contenere con le nuove tecniche di concia industriale la dispersione di polveri nell’ambiente circostante al campo di semina.

Le aspettative a livello mondiale di un forte aumento delle produzioni agricole, per fare fronte alla crescente domanda di alimenti e di bio-energie, suggeriscono di ricorrere a ogni mezzo razionalmente utilizzabile che il progresso tecnico e scientifico ci mette a disposizione e che consente di incrementare la produttività. Su un periodo di 5 anni, secondo le stime di ESA (European Seed Association), la messa al bando di questi prodotti provocherebbe un danno di 17 miliardi di euro all’economia europea e metterebbe a rischio 50mila posti di lavoro in agricoltura.

Articoli correlati

Link utili



Brochure ESTA "I vantaggi di una concia certificata.

Standard ESTA - European Seed Treatment Assurance Industry Scheme

Scopri come aderire allo standard ESTA

Gazzetta Ufficiale Italiana

Ultimi articoli pubblicati

comunicato stampa

Assosementi presenta il manifesto 'PRIMA I GENI': la mancanza di innovazione mette a rischio la competitività dell'agricoltura europea

Pubblicato il 3 dicembre 2018 in: biotecnologiealimenti mangimi novel foodricerca e costituzione varietà  vegetali

“Una regolazione sbagliata può soffocare l’innovazione, rendendo proibitivi i costi e i tempi di ricerca per piccole e medie imprese”, ha detto il Segretario Generale di Assosementi Alberto Lipparini. L’incontro organizzato in collaborazione con SIGA, Società Italiana di Genetica, si è tenuto all’Università di Bologna