comunicato stampa

ASSOSEMENTI: l'ostracismo sul biotech indebolisce l'agricoltura europea. Sempre più difficile tenere il passo dell'innovazione

Pubblicato il 22 luglio 2013 in: biotecnologieconcia delle sementiricerca e costituzione varietà  vegetali

Dopo la messa al bando dei neonicotinoidi il dibattito europeo sulle biotecnologie in agricoltura aggiunge un altro fattore di criticità alla già difficile situazione dell’agricoltura europea sul fronte dell’innovazione.

Il solo divieto di usare i neonicotinoidi per proteggere le sementi dagli attacchi dei parassiti, secondo le stime di ESA, l’associazione europea delle aziende sementiere, provocherà nei prossimi cinque anni un danno di 17 miliardi di euro all’economia europea e metterà a rischio 50.000 posti di lavoro in agricoltura.

A questi danni si aggiungeranno quelli difficilmente quantificabili del blocco della sperimentazione e della ricerca biotech in Europa. La rinuncia di un’importante azienda mondiale a portare avanti i procedimenti autorizzativi per le nuove sementi geneticamente modificate, per concentrarsi in altre parti del globo, è un ulteriore campanello d’allarme. In questo modo gli agricoltori europei e l’industria sementiera da un lato saranno messi nelle condizioni di non poter più accedere all’innovazione, mentre dall’altro dovranno subire l’importazione e la trasformazione di derrate prodotte altrove con queste varietà.

“L’Europa di fatto rinuncia a investimenti e competenze che potranno risultare fondamentali per la competitività e condanna la ricerca e l’innovazione varietale a restare dentro i confini dell’agricoltura convenzionale” ha commentato Paolo Marchesini, Presidente di Assosementi.

Articoli correlati

Link utili

Biodiversità 
Position papers di ESA

Fitofarmaci e concia
Position papers di ESA

Biodiversità
Position papers di ESA

Miglioramento genetico e innovazione
Position papers di ESA

Database ESA
Brevetti industriali vegetali

Banca dati SIAN
fitofarmaci e sostanze attive
(Ministero delle politiche agricole)

Banca dati dei prodotti fitosanitari
(Ministero della Salute)

Il marchio "CQ - Cereali di qualità " gestito dal CONVASE, per promuovere la concia di qualità  e la tutela dei cerealicoltori.

Database UE
pesticidi e sostanze attive

Gazzetta Ufficiale Italiana

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

Ultimi articoli pubblicati