comunicato stampa

Prezzi frumento: per ASSOSEMENTI la ricerca può dare risposte concrete

Pubblicato il 22 settembre 2010 in: ricerca e costituzione varietà  vegetaliproduzioni e commercio derrateproduzione e commercio sementi

“La recente ripresa delle quotazioni dei cereali è certamente un segnale positivo e deve essere un incentivo per i produttori agricoli ad investire in mezzi tecnici all’avanguardia, al fine di migliorare rese e qualità”. Lo afferma il Presidente della Sezione cereali di ASSOSEMENTI, Carlo Invernizzi, precisando che “solo con l’uso di seme certificato l’agricoltore professionale può garantire il proprio investimento e la tracciabilità della propria produzione”.

“La crisi in cui versa il comparto del frumento duro è frutto di scelte che non hanno permesso di valorizzare la filiera italiana e di premiare la qualità del prodotto nazionale. L’Italia vanta una lunga tradizione nella ricerca e costituzione di varietà di frumento duro particolarmente idonee per produrre pasta di qualità e la decisione di sospendere l’obbligo di impiegare semente certificata e quindi di mortificare gli sforzi dell’industria sementiera è destinata ad accentuare le sofferenze del settore.”

“Oggi sono purtroppo innumerevoli le segnalazioni di presenza sul mercato di prodotto illegale, presentato come semente, ma che di fatto è comune granella senza alcuna garanzia di germinabilità, di purezza e di sanità. I produttori agricoli che pensano di utilizzare questi prodotti come seme mettono a rischio il buon esito del proprio raccolto, a fronte di un risparmio nell’acquisto della semente certificata inferiore ai 20 €/ha. Occorre che le Autorità competenti – sottolinea Invernizzi - intervengano immediatamente per porre un freno a queste situazioni ed assicurare un futuro alla pasta italiana, fatta con grano duro italiano, che non può prescindere dall’impiego di semente di qualità e certificata”.

“Va infine ricordato – conclude Invernizzi – che è solo grazie all’impiego di seme certificato che la nostra ricerca può continuare a finanziarsi e contribuire così a presentare sul mercato varietà migliori che garantiscano il massimo reddito ai produttori“.

Articoli correlati

Link utili

Biodiversità 
Position papers di ESA

Sementi e aspetti fitosanitari
Position papers di ESA

Biodiversità
Position papers di ESA

Miglioramento genetico e innovazione
Position papers di ESA

Database ESA
Brevetti industriali vegetali

ISTAT - dati annuali coltivazioni nazionali, regionali e provinciali - dal 2006

ISTAT - distribuzione delle sementi, dati provinciali, regionali e nazionali dal 2003

Gazzetta Ufficiale Italiana

ESCAA - European Seed Certification Agencies Association. Brings together every seed certification bodies from European Union, European Economic Area (EEA) and European Free Trade Association (EFTA).

Coltivazioni in Europa
Le stime Coceral e del COPA-COGECA

Ultimi articoli pubblicati

comunicato stampa

Assosementi presenta il manifesto 'PRIMA I GENI': la mancanza di innovazione mette a rischio la competitività dell'agricoltura europea

Pubblicato il 3 dicembre 2018 in: biotecnologiealimenti mangimi novel foodricerca e costituzione varietà  vegetali

“Una regolazione sbagliata può soffocare l’innovazione, rendendo proibitivi i costi e i tempi di ricerca per piccole e medie imprese”, ha detto il Segretario Generale di Assosementi Alberto Lipparini. L’incontro organizzato in collaborazione con SIGA, Società Italiana di Genetica, si è tenuto all’Università di Bologna