comunicato stampa

Assosementi: per soddisfare le richieste dei consumatori il settore orticolo non può fare a meno della ricerca vegetale

Pubblicato il 21 giugno 2017 in: ricerca e costituzione varietà  vegetaliproduzione e commercio sementi

Il presente e il futuro del settore orticolo non possono prescindere dall’innovazione varietale, per rispondere alla crescente domanda dei consumatori sempre più orientati verso prodotti più sani. È il commento di Assosementi ai risultati dell’indagine “Monitor Ortofrutta 2017” condotta da Agroter Group e presentata oggi nell’ambito di Think Fresh, l’evento dedicato al futuro dell’ortofrutta in programma a Firenze.

Dall’indagine di Agroter Group emerge che il 33% dei consumatori italiani chiede all’innovazione varietale di garantire prodotti che necessitino di meno trattamenti e quindi siano più sostenibili, mentre il 22% si aspetta prodotti dal gusto migliore e con valori nutrizionali più elevati. “Sono obiettivi che la ricerca in ambito orticolo persegue da tempo, ha commentato Alberto Lipparini, Segretario di Assosementi, l'Associazione che rappresenta a livello nazionale le ditte sementiere. Il settore delle sementi orticole è infatti tra quelli con il più elevato tasso di investimenti in ricerca e sviluppo, con percentuali che possono arrivare fino al 20-25% dei ricavi netti”.

“L’attività di costituzione varietale è di fondamentale importanza per garantire prodotti qualitativamente all’avanguardia, ha proseguito Lipparini. L'attività di ricerca ha consentito di raggiungere traguardi importanti in termini di sostenibilità, grazie all'inserimento di resistenze ai patogeni che consentono di ridurre gli input chimici in fase di produzione, di economicita', con livelli produttivi più elevati, e di qualità, con una attenzione particolare ai contenuti nutrizionali e salutistici delle nuove varietà”.

“L'analisi realizzata da Agroter Group, ha chiaramente evidenziato come i consumatori, contrariamente a quello che alcuni o molti possono essere portati a credere, sono molto attenti ai risultati della ricerca e sono pronti ad acquistare prodotti con un elevato contenuto di innovazione. È fondamentale pertanto che vengano messe in atto tutte le misure necessarie a sostenere la ricerca, a rafforzare il rapporto fra il settore pubblico e quello privato, a garantire l’accesso alla ricerca a tutti gli operatori” ha concluso Lipparini.

Articoli correlati

Link utili

Biodiversità 
Position papers di ESA

Sementi e aspetti fitosanitari
Position papers di ESA

Biodiversità
Position papers di ESA

Miglioramento genetico e innovazione
Position papers di ESA

Database ESA
Brevetti industriali vegetali

ISTAT - distribuzione delle sementi, dati provinciali, regionali e nazionali dal 2003

Gazzetta Ufficiale Italiana

ESCAA - European Seed Certification Agencies Association. Brings together every seed certification bodies from European Union, European Economic Area (EEA) and European Free Trade Association (EFTA).

Ultimi articoli pubblicati