comunicato stampa

Emilia Romagna, Assosementi: il rinnovo degli accordi interprofessionali per bietole e foraggere promuove la leadership del settore sementiero a livello europea

Pubblicato il 5 novembre 2018 in: tavoli di filieraaccordi moltiplicazione sementi

Assosementi esprime la sua soddisfazione per il rinnovo degli accordi interprofessionali per le sementi foraggere e di barbabietola da zucchero firmati questa mattina presso l’Assessorato agricoltura della Regione Emilia-Romagna. Prosegue in questo modo il lavoro di rafforzamento della filiera sementiera, con l’obiettivo di continuare a valorizzare la qualità delle produzioni sementiere nazionali.

“La moltiplicazione delle sementi di bietole rappresenta uno dei fiori all’occhiello del nostro settore– ha dichiarato Domenico Gasperini, coordinatore del Gruppo Bietole di Assosementi. L’Italia è il maggior produttore in Europa con 5.000 ettari di produzione a seme, un risultato consolidato ormai da alcuni anni grazie alla professionalità riconosciuta a livello mondiale di agricoltori e sementieri. Il settore purtroppo deve far fronte alle scelte politiche che hanno portato negli anni ad una costante riduzione delle superfici destinate alla produzione di zucchero (nell'ultima campagna meno di 40mila ettari). Il rinnovo dell’accordo avvenuto oggi ci permetterà di proseguire sulla strada tracciata dal 2014 a oggi. Il confronto e la collaborazione instaurata fra la parte agricola (Coams) e quella industriale (Assosementi), che rappresentano pressoché la totalità degli operatori del settore, in questi anni ha portato, fra l’altro, a istituire un fondo che ci ha permesso di attivare azioni di tipo tecnico di rilevante interesse per tutti gli operatori del settore. Continueremo ora a lavorare per risolvere i problemi legati alla costante diminuzione di prodotti idonei per la difesa delle colture e del seme, una tematica estremamente delicata che può essere efficacemente affrontata solo con il necessario supporto delle autorità competenti”.

“In campo foraggero l’intesa si sta consolidando con il trascorrere delle campagne – ha dichiarato Roberto Guarnieri, Presidente della Sezione Foraggere di Assosementi. Dopo le ultime adesioni, l’accordo oggi rappresenta più del 70% della produzione nazionale di sementi di erba medica, mentre nel 2013, anno di attivazione dell’accordo, eravamo a poco più del 40%. Il nostro obiettivo è di elevare ulteriormente la qualità delle nostre produzioni attraverso la qualificazione degli operatori coinvolti, la tutela del seme certificato e, con il supporto delle strutture pubbliche di controllo, il contrasto delle irregolarità che certamente danneggiano l'immagine dell'intero settore. A conferma della validità dell’accordo, stiamo lavorando con Coams per estendere l’intesa interprofessionale anche alle specie ortive”.

Articoli correlati

Ultimi articoli pubblicati