comunicato stampa

Durum Days, il settore sementiero continua a lavorare a fianco degli attori della filiera per garantire produzioni di qualità a partire dal seme certificato

Pubblicato il 27 maggio 2020 in: produzioni e commercio derrate

Nel corso dell’emergenza Covid-19 il sistema sementiero italiano ha mostrato efficienza e professionalità e ha saputo garantire il completo approvvigionamento del prodotto in piena sicurezza. Il comparto è già al lavoro per una campagna di semina autunnale di grano duro all’insegna della qualità. È il messaggio che Assosementi, l’Associazione che riunisce le aziende sementiere italiane, ha lanciato durante Durum Days, l'evento che riunisce tutti gli attori della filiera del grano duro.

“Siamo soddisfatti per il buon esito dell’iniziativa, svoltasi via web, che è stata una nuova dimostrazione di come i più importanti protagonisti di questa coltura siano uniti malgrado le inevitabili difficoltà imposte dal periodo, ha dichiarato Franco Brazzabeni, Presidente della Sezione Cereali di Assosementi. Nel corso della campagna primaverile, il settore sementiero è stato in grado di organizzarsi al meglio: i problemi logistici sono stati superati e abbiamo portato a termine le operazioni di confezionamento e consegna del seme a distributori e agricoltori, riuscendo a soddisfare una domanda di specie primaverili in linea con le attese”.

“La circolazione internazionale delle sementi, dichiarate merci essenziali e di prima necessità in tutti i Paesi, è un aspetto strategico in vista delle semine autunnali e Assosementi sta lavorando a braccetto con le organizzazioni internazionali e le autorità competenti per eliminare ogni incertezza. Con queste premesse, il nostro obiettivo rimane di garantire anche per la prossima campagna un seme certificato di grano duro di alta qualità: è questa la migliore garanzia per ottenere rese in grado di rispondere agli elevati standard richiesti dal mercato” ha aggiunto Brazzabeni.

“Riteniamo dunque strategico che il settore sementiero rimanga costantemente coinvolto nelle politiche di programmazione di filiera di medio-lungo termine e continuando in tal senso ad assicurare la nostra migliore collaborazione” ha concluso Brazzabeni.

Articoli correlati

Link utili

ISTAT - dati annuali coltivazioni nazionali, regionali e provinciali - dal 2006

Gazzetta Ufficiale Italiana

Coltivazioni in Europa
Le stime Coceral e del COPA-COGECA

Ultimi articoli pubblicati