comunicato stampa

Assosementi: buon lavoro al ministro Lollobrigida. Miglioramento genetico e fitofarmaci siano al centro del rilancio dell'agricoltura

Pubblicato il 27 ottobre 2022 in: biotecnologiequalità delle sementidirettive ue sementilegge sementiera nazionale produzioni e commercio derrateproduzione e commercio sementi

Assosementi augura buon lavoro al neoministro dell’Agricoltura e Sovranità Alimentare Francesco Lollobrigida. L’associazione che rappresenta le aziende sementiere italiane auspica che il nuovo Governo assicuri la giusta attenzione a tematiche fondamentali per il futuro del settore, quali la sperimentazione in campo delle NGTs, la revisione della direttiva Ue sull’uso sostenibile dei fitofarmaci, ma anche l’accesso alle risorse genetiche e l’aggiornamento delle direttive sementiere comunitarie per il materiale riproduttivo vegetale. Questi argomenti sono stati al centro del Congresso annuale di Euroseeds, l’associazione sementiera europea, che si è svolto a Berlino dal 24 al 26 ottobre.

“Nei prossimi mesi a livello nazionale ed europeo ci aspettano appuntamenti cruciali per il futuro di tutto il sistema produttivo, ha dichiarato Alberto Lipparini, Direttore di Assosementi. Il nostro settore sarà in prima linea nel dibattito sulle nuove tecniche di miglioramento genetico e sull’aggiornamento delle norme sementiere comunitarie che affiancano il completamento della legge sementiera italiana aggiornata di recente. Riteniamo inoltre fondamentale che il futuro regolamento sull’uso sostenibile dei fitofarmaci consideri attentamente l’impatto sulla filiera della ricerca e della produzione delle sementi.”

“Ci auguriamo che il nuovo Governo italiano appena insediato metta in agenda questi importanti temi e apra la discussione alle parti in causa, in grado di portare le giuste competenze e proporre soluzioni adeguate a un settore alla base della catena alimentare e produttiva. Siamo certi che il Ministero dell’Agricoltura privilegerà un approccio razionale e che le decisioni adottate poggeranno su solide basi scientifiche: per raggiungere gli ambiziosi obiettivi a livello comunitario è infatti necessario superare i pregiudizi e coniugare il progresso tecnologico con la necessità di produrre di più in maniera più sostenibile” ha aggiunto Lipparini.

Al Congresso Euroseeds hanno preso parte oltre 1.200 persone in rappresentanza di numerosi paesi europei ed extra-europei, tra cui anche Cile e Uruguay. Il tema di questa edizione, ‘Conciliare produttività e sostenibilità attraverso le innovazioni’, ha evidenziato il totale allineamento del settore sementiero europeo nel sostegno alla scienza e alla ricerca.

“Il Congresso Euroseeds rappresenta da sempre un appuntamento irrinunciabile per il settore sementiero, ha dichiarato Stefano Conti, Responsabile Sezione Cereali e costitutori di Assosementi. Il confronto con i colleghi e gli stakeholder degli altri paesi Ue ci consente di intervenire tempestivamente nel dibattito internazionale, trasmettendo la posizione del settore e le istanze delle nostre aziende associate.”

Articoli correlati

Ultimi articoli pubblicati