Area tematica

registro italiano varietà vegetali

comunicato stampa

Assemblea ASSOSEMENTI: auspicata una tempistica del registro varietale più consona alle epoche di semina

Pubblicato il 23 aprile 2012 in: registro italiano varietà vegetali

“La tempistica delle nuove iscrizioni varietali al registro nazionale deve essere in linea con le epoche di semina e con le esigenze commerciali delle aziende sementiere.  L’innovazione varietale in campo sementiero oggi deve passare attraverso l’iscrizione in un registro nazionale, ma nel mercato unico nulla obbliga a ricorrere all’iscrizione nel registro ufficiale italiano. Se il registro nazionale non sarà in grado di dare certezze nei tempi e recuperare efficienza, non vedo altra scelta per le aziende sementiere – questo il commento del presidente Paolo Marchesini, durante i lavori dell’Assemblea generale di ASSOSEMENTI, svoltasi il 19 aprile scorso – che andare ad iscrivere i propri materiali in uno degli altri paesi della Co ... (leggi tutto)

comunicato stampa

ASSOSEMENTI: contro il rischio di sospensioni, dare un assetto stabile alle prove del Registro varietale

Pubblicato il 31 gennaio 2011 in: registro italiano varietà vegetali

“E’ ora che Ministero delle politiche agricole e Regioni trovino insieme al Ministero dell’economia una soluzione stabile per il finanziamento delle prove del registro varietale nazionale. Gli ulteriori tagli alle risorse trasferite dallo Stato ci impongono di lanciare l’allarme sul rischio che queste prove non possano proseguire. L’aspetto paradossale – afferma Paolo Marchesini, presidente di ASSOSEMENTI – è che non si tratta di individuare nuove forme di finanziamento, quanto di far si che l’Amministrazione indirizzi correttamente verso le prove i compensi che pagano regolarmente i costitutori di varietà”.

“La tenuta del registro varietale è un obbligo comunitario e per sostenere il costo de ... (leggi tutto)

comunicato stampa

Sementi: a rischio l'attività del registro nazionale per il ritardo nei rimborsi delle prove varietali

Pubblicato il 28 aprile 2009 in: registro italiano varietà vegetali

L’AIS – associazione italiana sementi, lancia l’allarme sull’attività del registro nazionale e sulla prosecuzione delle prove di valutazione delle nuove varietà vegetali, per il ritardo di oltre cinque anni del Ministero delle politiche agricole nella liquidazione attraverso le Regioni dei costi sostenuti dalle unità ed aziende locali coinvolte nella sperimentazione.

“L’attività del registro nazionale è pagata dai costitutori di varietà e dalle aziende sementiere, che finora hanno regolarmente versato i compensi previsti per queste prove – sottolinea Marco Nardi, direttore di AIS – ma per il mancato puntuale storno di queste somme dal Tesoro al Ministero, l’arretrato accumulatos ... (leggi tutto)

  • 1

Comunicati stampa